10 dicembre 2005

Tornare a crescere. Idee per la competitività dell’Italia

Ruolo dell’intervento pubblico a sostegno dei processi produttivi, rilancio della competitività del sistema Paese, necessità di individuare alcune priorità strategiche sulle quali poi convogliare energie, risorse, consenso. Se ne è discusso pubblicamente nel convegno organizzato dall’Arel,†mercoledì 7 dicembre 2005, in occasione della presentazione di Tornare a crescere. Idee per la competitività dell’Italia, numero monografico della rivista «Arel informazioni», n. 2/2005. All’incontro hanno partecipato, in qualità di relatori, Giuliano Amato, Anna Maria Artoni, Pierluigi Bersani, Antonio Catricalà, Gian Maria Gross Pietro, Enrico Letta e Paolo Guerrieri.

Il Rapporto Tornare a crescere. Idee per la competitività dell’Italia – curato dal professor Paolo Guerrieri, ordinario di Economia presso l’Università «La Sapienza» di Roma – costituisce l’approdo concreto del percorso di riflessione del Gruppo Competitività, riunito, alla fine del 2004, da Enrico Letta e Pierluigi Bersani intorno al tavolo dell’Arel. Sedici tra i più autorevoli docenti ed esperti italiani di politica economica che, per circa un anno, hanno condiviso riflessioni, analisi e dati. Il tutto con un obiettivo ambizioso: contribuire, con indicazioni specifiche di policy, al dibattito in corso sul rilancio competitivo dell’economia italiana. Il risultato è un ventaglio articolato di proposte: da un lato le politiche per le imprese; dall’altro, le politiche di contesto. In conclusione l’intervento congiunto di Letta e Bersani, che, ribadendo come ancora oggi l’industria rimanga un crocevia obbligato per lo sviluppo del Paese, richiamano la politica alle proprie responsabilità, prima fra tutte quella di scegliere con chiarezza una nuova e lungimirante missione industriale per l’Italia.