12 marzo 2013

Dati Almalaurea sconfortanti, agire subito

marco meloni

marco meloni“I dati Almalaurea di oggi ci consegnano un quadro davvero sconfortante: il salario medio dei laureati specialistici a 5 anni si è ridotto del 17% dal 2007 al 2011, l’occupazione cala e la precarietà aumenta. Inoltre, il rapporto conferma anche l’elevata ereditarietà dei titoli di studio, in particolare per quanto riguarda le professioni liberali (la coincidenza tra la laurea dei padri e dei figli è più elevata tra giuristi, farmacisti, medici, architetti, ingegneri).

Inoltre, proprio oggi la Commissione europea ha proposto norme operative con sei miliardi di euro di fondi, di cui metà senza condizioni, per dare vita alla “garanzia giovani”, cioè per garantire che i giovani fino all’età di 25 anni ricevano un’offerta qualitativamente buona di impiego, di formazione continua, di apprendistato o di tirocinio entro quattro mesi dall’uscita dal ciclo scolastico o dall’inizio del periodo di disoccupazione.

I dati Almalaurea sono solo l’ultimo campanello d’allarme in ordine di tempo, ma ora la Commissione ci dà anche degli strumenti. Per quanto limitati sarebbe un inizio. Sprecare questi fondi o anche solo ritardarne l’uso a causa di un Parlamento che decide di non decidere o di passare mesi semplicemente a occuparsi dei propri equilibri interni sarebbe l’ennesima occasione persa”.

Lo dichiara in una nota Marco Meloni, deputato e responsabile Università e Ricerca del Partito Democratico.