23 luglio 2013

Decreto Fare: Wi-fi libero vittoria di tutti, grazie a governo e relatori

Schermata 2013-07-23 a 23.44.45

Schermata 2013-07-23 a 23.44.45“Come avevamo anticipato ieri, non c’è stata nessuna retromarcia sulla liberalizzazione del Wi-fi in Italia. Anzi, anche grazie alla disponibilità del governo e dei relatori Francesco Boccia e Francesco Sisto, le proposte del Pd sono state accolte e il testo finale del dl Fare è più avanzato della versione licenziata dal Consiglio dei Ministri. Insieme ai colleghi del Partito Democratico coi quali abbiamo lavorato alle misure per l’Agenda digitale – primi tra tutti Alessia Mosca, Paolo Coppola, Enza Bruno Bossio, Gianclaudio Bressa e Lorenzo Basso – abbiamo ottenuto il cambiamento dell’articolo 10 del decreto, che ora stabilisce che, nel caso in cui non si tratti dell’attività prevalente degli operatori, “l’offerta di accesso alla rete internet al pubblico tramite rete wi-fi non richiede l’identificazione personale degli utilizzatori”. L’auspicio è che questo importante passo contribuisca a una maggiore diffusione e fruibilità delle tecnologie e dei servizi digitali, con benefici per i cittadini e l’economia.Vorrei ringraziare particolarmente  la comunità di esperti e appassionati di questi temi fondamentali per lo sviluppo del Paese, che ha dato un contributo decisivo a questo grande risultato”.

Lo afferma Marco Meloni, deputato Pd e componente della Commissione Affari costituzionali, dove segue i temi dell’Agenda digitale.