21 novembre 2013

Cancellieri: Meloni, Emiliano offende parlamentari, Renzi spieghi

marco meloni

 

(AGI) – Roma, 20 nov. – “Non e’ la prima volta, e certamente non sara’ l’ultima, che Michele Emiliano assimila le sue affermazioni alle opinioni di Matteo Renzi, candidato da lui sostenuto alla segreteria del Partito Democratico. Ma oggi, affermando che ‘i parlamentari del Pd sono stati umiliati da Enrico Letta’, e che chi sostiene Renzi ‘non vede in Letta un alleato’, ha davvero passato il segno”. Lo dichiara Marco Meloni, deputato del Partito democratico. “Se Emiliano pensa di potersi permettere di irridere la libera determinazione dei quasi 300 deputati del Pd, i quali hanno unanimemente sostenuto la proposta del presidente del Consiglio di votare contro la mozione di sfiducia al ministro Cancellieri, faccia pure: rivela solo la sua volgarita’. Che poi Emiliano non distingua gli atti compiuti dal ministro Cancellieri dal comportamento di Berlusconi nel caso ‘Ruby’, ignorando le dichiarazioni del procuratore della Repubblica di Torino, e’ ancora un problema suo, che denota un’ignoranza giuridica e una distanza della realta’ dei fatti stupefacente, e piu’ appropriata per falchi e pitonesse che per un magistrato. Ma che Emiliano attribuisca al candidato piu’ votato dagli iscritti del Pd, e tra i favoriti alle primarie dell’8 dicembre, una cosi’ netta ostilita’ nei confronti del presidente del Consiglio e del Governo che il Pd sostiene, e’ un problema politico che riguarda tutti i democratici: per questo invito Matteo Renzi e chi sostiene la sua candidatura, dopo avergli dato l’onore di aprire la campagna congressuale, a chiarire se condividono queste posizioni o se le sue sono affermazioni personali prive di qualsiasi rilevanza politica”. (AGI)